[esperimento]

Il soggetto che vi scrive aveva la bici sulla destra, il sedere sulla panchina, i casi di Blu Notte tra le mani da leggere.

Una signora si siede a sinistra. Ha un cagnolino di quelli bianchi, bassi bassi, tutti pelosi che sembrano dei paraspifferi da mettere di fronte alle finestre. Guardo il baubau con aria tenera come mi capita con tutti i cani da quando non c’è più la mia [«Che teeeeenero... che cariiiiiiino....» Tocco delle vette di tenero carampanismo assurde....] e mentre mi perdo nel guardare quel groviglio di peli passa un’altra signora.

«Signora, è maschio?»

Alzo gli occhi poi mi metto mafiosamente a capo basso a fingere la lettura del tomo, friullillì…

«S-sì… pperchè?»

«No sa, avrei una femmina… che siccome ha già ben tre anni direi che è ora di farle fare i cuccioletti…»

«Ma…»

«E ma sa, vedo che ha tutte le sue cosette apposto…»

Il cane mi prende a musate la caviglia. Ciccio, hai ragione. Solo a sentirle ti si prende l’ansia da prestazione. Ti porterò di soppiatto il Viagra nella ciotola…

<<

Categoria(e): fran s corner

5 commenti a [esperimento]

  1. chissà se anche al cane arrivano le mail della Pfizer..

  2. Enlarge your collar?

  3. non ci sono più i cani di una volta. è che le femmine sono diventate troppo aggressive.

  4. Questo è un repost… Fran,. sei in crisi di idee? Smilie: :)

  5. tsk, dopo squeeze dovevo avvertire anche te…

    [era una sorta di concorso sperimentativo]